Bacheca

Le regole sono regole, ma a volte no.
Rispondiamo ai tanti che domandano come mai nella bacheca vicino all’ingresso del Municipio sia
stato esposto per settimane il volantino che l’Amministrazione di Calvatone ha distribuito ai
cittadini del paese ma non sia mai stata appesa la risposta del Comitato.
Molti ricordano che a febbraio scorso il sindaco Piccinelli espose per giorni nella medesima
bacheca riservata alle associazioni di Calvatone gli articoli della conferenza stampa della famiglia
Migliorati, che intende costruire la fabbrica di asfalto, ma negò al Comitato di attaccare la replica.
Allora la spiegazione (telefonica) fu un lapidario “perché no, e poi si creerebbe un precedente”.
Questa volta il Comitato ha inoltrato domanda scritta richiedendo le motivazioni di un eventuale
rifiuto. Niente da fare perché, ci è stato risposto, lo spazio per le affissioni è per le Associazioni che
hanno un rapporto di collaborazione con l’Amministrazione e che “beneficiano di contributi,
patrocini ed agevolazioni da parte del Comune e sono inserite nell’Albo Beneficiari di provvidenze
economiche”.
Ricordando proprio il “facciamo chiarezza” del volantino dell’Amministrazione chiediamo quando
e da chi sia stato approvato il regolamento della bacheca, visto che la risposta specificava molto
formalmente che il Comitato non è in possesso dei requisiti per l’utilizzo dello spazio per
comunicazioni; tra l’altro ripensando alle vicende di febbraio ci è sembrato poco credibile che la
famiglia Migliorati sia inserita nell’Albo Beneficiari.
Ma no, ha risposto alla fine il Sindaco, in realtà non esiste nessun regolamento: si segue la prassi.
Ed evidentemente, aggiungiamo noi, di fronte a una novità è il Sindaco che decide chi sta dentro e
chi rimane fuori.
A prescindere da come la si pensi sulla vicenda bitume ci si deve forse interrogare sul significato di
regole che poi non sono tali o su abitudini che diventano quasi norme ma che possono essere,
secondo necessità, stiracchiate di qua e di là.

Comitao 26 aprile

comune 8 maggio

comitato 18 maggio

comune 5 giugno